Le News di M&B Consulting

Tutte le Novità nel campo Immobiliare

Torino, annuncio immobiliare choc: «non si affitta agli stranieri»

Il cartello è stato affisso sul cancello di un palazzo signorile nella zona di San Donato, ex borgo operaio.

TORINOSITO

Una città volta con orgoglio all’accoglienza e al dialogo con chi cerca un futuro migliore. Questa è Torino oggi. O meglio, lo è stata fino a ieri. Quando in corso Regina Margherita 205, sulla facciata di un palazzo signorile anni Cinquanta, è comparso un cartello con un'offerta immobiliare che lascia ben poco alla fantasia. Sì perchè alla comunissima formula «Affittasi alloggio» faceva seguito una clausola ben specifica: «solo a persone non straniere».  

E, inutile dirlo, la polemica non è tardata ad arrivare. Non solo per il significato, evidentemente xenofobo. Ma anche per il passato del quartiere dove questo annuncio è stato trovato, prima di essere stato rimosso: San Donato, un ex borgo operaio - come riporta il quotidiano la Stampa - dove un quinto dei residenti non è italiano e dove l'integrazione fatica a realizzarsi appieno. Scrive il quotidiano di Torino:
Quel cartello riapre una ferita che si pensava dimenticata. Come quella città che sessant'anni fa appendeva ai muri gli annunci per affittare gli appartamenti a tutti, ad esclusione dei meridionali.  

«Quando l'ho visto ho provato a chiedere inutilmente spiegazioni a quel numero. Sarà che sono calabrese e studentessa di migrazioni, ma è una vergogna», dice Rita Sanzi, cronista freelance.
Sensazione condivisa con chi abita nello stabile. Elegante portone di legno, androne in marmo con un mosaico con l’iscrizione «salve» che, evidentemente, non è per tutti. Come conferma la signora Florina, in visita ad un’amica che risiede al piano terra, che al quotidiano torinese ha raccontato: «Ad una mia connazionale, con un lavoro e i documenti, ho inviato l’annuncio perché sapevo che cercava casa. Ma le hanno ripetuto che non vogliono stranieri». 

«È stata una mia idea per evitare che venissi contattato a qualsiasi ora da persone straniere, interessate all’alloggio, a cui la proprietà non intende affittare», ha spiegato alla Stampa Livio, giovane agente dell’agenzia immobiliare di Moncalieri a cui si è rivolta la proprietà del palazzo, precisando che era una volontà condivisa con gli altri proprietari, quella di mettere al bando gli immigrati. Una spiegazione rinnegata dall’amministratrice della stabile, Fulvia Salvatico. «Ci sono state difficoltà con alcuni inquilini stranieri che si sono rivolti anche ai centri sociali per evitare lo sfratto, ma il problema della morosità non ha nazionalità. E non ci siamo mai sognati di chiedere di non affittare agli stranieri». Tanto che il palazzo ha un citofono degno della Torre di Babele. La metà dei nomi richiamano l’Est Europa, poi ci sono due cinesi e non mancano i nomi di famiglie provenienti dal Nord Africa. Insomma una figuraccia per l'agenzia immobiliare. Tra l'altro amplificata dal fatto che la proprietaria dell'appartamento in affito è niente meno una donna nata negli Usa e poi immigrata in Italia, come hanno svelato gli altri inquilini del palazzo.
Vota:
Delrio, sarà obbligatorio il certificato di stabil...
Lavoro occasionale, ecco i nuovi strumenti per reg...

Area Utenti

Nuovi Articoli

«Non è ancora il momento di cedere a facili allarmismi». Parola di Ivano Cresto, Responsabile mutui di Facile.itAd avere più paura delle possibili conseguenze della «febbre» dei rendimenti dei titoli di Stato sono i residenti nel Sud e nelle Isole. I...
C'è tempo fino al 17 dicembre per versare la seconda rata delle tasse sulla casa. La prima rata della tassa sulla casa è stata corrisposta a giugno 2018 secondo le aliquote stabilite dai Comuni nel 2017, mentre per la seconda rata bisognerà fai i con...

Articoli Più Letti

Le News Immobiliari di M&B Consulting
Se si mette in vendita una casa acquistata in edilizia agevolata al prezzo di mercato, scatta l'affrancazione dal vincolo. Mentre solo il Comune con apposita delibera può concedere di convertire ...
Le News Immobiliari di M&B Consulting
Passaggi di proprietà, bonifici e donazioni: ecco quando è necessario il rogito notarile e quando vanno pagate le imposte sulle donazioni. La Cassazione ha stabilito che la donazione di una somma di ...

La nostra Mission

M&B Consulting nasce nel 2004 con l’obbiettivo di semplificare e velocizzare i processi di vendita immobiliare, in risposta alle ormai mutate esigenze di mercato.

Attraverso un team di professionisti altamente qualificati, un canale di news dedicato e una piattaforma online all’avanguardia eroga servizi di consulenza innovativi e personalizzati per la gestione di pratiche immobiliari, patrimoniali e societarie.

Seguici su