Le News di M&B Consulting

Tutte le Novità nel campo Immobiliare

Case del futuro: ecco l'energia che non ti aspetti

Dalla vernice solare all’idrogeno: così le abitazioni del domani saranno autosufficienti e green

case futuroQuando si tratta di bollette, l'ansia vi divora? State tranquilli, a breve tutto questo potrebbe finire. Sì perchè in un futuro non troppo lontano saranno le stesse abitazioni a generare l’energia necessaria per avere luce, acqua calda e corrente. Lo assicurano scienziati e ricercatori, che stanno già lavorando su una serie di innovazioni che consentiranno agli immobili del futuro di essere autosufficienti.

Tra i più auduci troviamo sicuramente il gruppo di ricercatori dell’Università di Sheffield che sta mettendo a punto una particolare vernice spray in grado di trasformare qualsiasi tipo di superficie in un pannello solare. La vernice che contiene un minerale chiamato perovskita capace di assorbire la luce, fa sì che le superfici esterne della casa si trasformino in generatori di energia.  

Come non annoverare poi le tegole - non tegole - solari: le già famose piastre Tesla, marchio noto per le auto elettriche, che hanno la forma delle tradizionali coperture per tetti, pur non essendolo. Di vetro e composte da tra strati - uno in vetro temperato di alta resistenza, una pellicola che funge da otturatore secondo la luce e, infine, le celle fotovoltaiche - assicurano di poter produrre energia necessaria al sostentamento di una famiglia.

Al di là del sole - Ma non tutta l’energia delle case del futuro verrà dal sole. Materiali come l’aerogel faranno la differenza nelle abitazioni di domani. Questo materiale  - un solido di densità molto bassa - ha infatti una elevata capacità di funzionare come un isolante termico e - quando in futuro si potranno ridurre i costi di produzione e potrà essere impiegato nelle costruzioni - richiederà meno della metà dello spessore per ottenere lo stesso effetto che si ottiene ora con materiali isolanti convenzionali. Ma soprattutto permetterò di fare a meno dell'energia per il riscaldamento e il raffreddamento.

C’è poi l’idrogeno. Le case del futuro si pensa infatti potranno generare tutta la loro energia a partire da una batteria combustibile a idrogeno delle dimensioni di un frigorifero. Questo sarà possibile grazie al gas naturale, che si trasformerà in idrogeno e che, introdotto nella pila a combustibile, si combinerà con l’ossigeno per produrre calore, elettricità e acqua calda.
La città di Leeds, in Inghilterra, sta facendo da apripista, e si pensa che entro quindici anni, sarà in grado di usare questo gas come fonte di energia nelle case.

Infine, seguendo l’esempio di Paesi come la Svezia o la Norvegia, le case del futuro potranno ottenere la loro energia da riciclaggio dei rifiuti. Come? Grazie all’incenerimento: con la combustione dei rifiuti domestici si ottiene il metano, con questo prodotto si ricava energia sotto forma di calore che consente la produzione di acqua calda per il riscaldamento. Inoltre, quando l’acqua si riscalda viene prodotta una corrente di vapore che aziona una turbina che genera, a sua volta, l’elettricità.

Altre forme di risparmio - Insieme ai materiali e alle fonti di energia del futuro, le case di domani avranno anche un’altra peculiarità energetica: nuovi elettrodomestici e oggetti il cui consumo sarà molto più responsabile. Lampadine Led molto più efficienti rispetto a quelle attuali, finestre che si regolano in base alla luce solare per isolare o lasciare entrare la luminosità e di conseguenza controllare la temperatura della casa.

I frigoriferi, che utilizzano l’energia magnetica per generare il freddo, saranno un’altra delle innovazioni che contribuiranno a rendere le case autosufficienti e a produrre energia in modo responsabile.

Una vasta gamma di opzioni per rivoluzionare le case con la speranza di un pianeta più verde e un futuro in cui scompaia il 6,6% delle emissioni di Co2 di cui sono responsabili le abitzioni private.

--
Fonte: idealista.it

Vota:
Stop agli studi di settore: al via i nuovi indici ...
Locazioni brevi, quando la cura è peggiore del mal...

Area Utenti

Nuovi Articoli

«Non è ancora il momento di cedere a facili allarmismi». Parola di Ivano Cresto, Responsabile mutui di Facile.itAd avere più paura delle possibili conseguenze della «febbre» dei rendimenti dei titoli di Stato sono i residenti nel Sud e nelle Isole. I...
C'è tempo fino al 17 dicembre per versare la seconda rata delle tasse sulla casa. La prima rata della tassa sulla casa è stata corrisposta a giugno 2018 secondo le aliquote stabilite dai Comuni nel 2017, mentre per la seconda rata bisognerà fai i con...

Articoli Più Letti

Le News Immobiliari di M&B Consulting
Se si mette in vendita una casa acquistata in edilizia agevolata al prezzo di mercato, scatta l'affrancazione dal vincolo. Mentre solo il Comune con apposita delibera può concedere di convertire ...
Le News Immobiliari di M&B Consulting
Passaggi di proprietà, bonifici e donazioni: ecco quando è necessario il rogito notarile e quando vanno pagate le imposte sulle donazioni. La Cassazione ha stabilito che la donazione di una somma di ...

La nostra Mission

M&B Consulting nasce nel 2004 con l’obbiettivo di semplificare e velocizzare i processi di vendita immobiliare, in risposta alle ormai mutate esigenze di mercato.

Attraverso un team di professionisti altamente qualificati, un canale di news dedicato e una piattaforma online all’avanguardia eroga servizi di consulenza innovativi e personalizzati per la gestione di pratiche immobiliari, patrimoniali e societarie.

Seguici su