Le News di M&B Consulting

Tutte le Novità nel campo Immobiliare

Prezzo valore: ecco quando si applica e quali sono i benefici

Il sistema del prezzo valore consente di risparmiare sulle imposte e sull'onorario del notaio e di evitare gli accertamenti del Fisco.

 
prezzo valore immobiliIntrodotto da una legge del 2005, il sistema del prezzo valore è un meccanismo che consente di pagare le imposte di registro, ipotecarie e catastali sulla rendita catastale rivalutata, anziché sul prezzo dell’immobile, determinando in genere un risparmio per l’acquirente e un dimezzo dell'onorario del notaio.

La sua applicazione inoltre non solo consente benefici per il compratore, ma evita anche di far nascere contenziosi con il Fisco, dal momento - una volta indicato nell'atto il corrispettivo pattuito -  il compratore non è soggetto ad accertamenti.

Ma quando si può applicare? Andiamo a scoprirlo.

Ambito applicazione prezzo valore - Innanzitutto va detto che la norma si applica a fronte di una precisa richiesta che la parte acquirente deve rendere al notaio.

Il sistema di calcolo del prezzo valore per la cessione degli immobili è possibile poi solo quando si è in presenza di cessioni soggette ad imposta di registro (sono quindi escluse le cessioni soggette ad Iva) nei confronti di persone fisiche che non agiscano nell’esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali. Sono quindi soggette al prezzo valore anche le cessioni effettuate da società, imprese o enti, purché nei confronti di persone fisiche e purché soggette a imposta di registro (non Iva).

Si ritiene inoltre  concordemente che la nozione di “cessione” comprenda, oltre agli atti traslativi del diritto di proprietà, anche quelli traslativi o costitutivi di diritti reali parziali e di godimento (ad esempio la nuda proprietà e l’usufrutto).

Quanto ai beni che possono beneficiare del sistema prezzo valore, è condizione imprenscindibili che siano immobili ad uso abitativo e relative pertinenze.

Prezzo valore pertinenze e seconda casa - Il regime di favore si estende inoltre alle pertinenze senza limitazione di numero e anche se acquistate separatamente dal bene principale, purché risulti nell’atto di acquisto la destinazione pertinenziale.

Il sistema vale anche per gli acquisti di abitazioni e relative pertinenze che non possono godere delle agevolazioni prima casa. Quindi anche chi acquista una seconda o terza casa, dovrà pagare le imposte secondo le aliquote ordinarie, ma potrà chiedere che la tassazione venga comunque effettuata sulla base del valore catastale.

Il risparmio - Vediamo quanto si può rispiarmiare richiedendo al notaio, in momento d'acquisto, questa soluzione.  

Il valore catastale, base imponibile nel sistema del prezzo-valore, si determina moltiplicando la rendita catastale (rivaluta del 5%) per il coefficiente 120 (in assenza di agevolazioni prima casa). Nel caso in cui, ad esempio, venga compravenduta una casa con una rendita catastale di 800 euro, ad un prezzo di 150.000 euro, la base imponibile su cui applicare l'imposta di registro sarebbe pari a 100.800 (800 x1,05 x120). Pertanto l'imposta sarebbe pari a 9.072 euro.

Senza l'applicazione del sistema del prezzo-valore, l'imposta dovrebbe essere calcolata sul prezzo della casa (150.000 euro) e sarebbe quindi di 13.500.

Vota:
Vendita di un immobile con riserva di proprietà: c...
Affrancazione e diritto di proprietà: cosa sono e ...

Articoli Collegati

Area Utenti

Nuovi Articoli

«Non è ancora il momento di cedere a facili allarmismi». Parola di Ivano Cresto, Responsabile mutui di Facile.itAd avere più paura delle possibili conseguenze della «febbre» dei rendimenti dei titoli di Stato sono i residenti nel Sud e nelle Isole. I...
Denuncia affitto in nero senza prove: se l’Agenzia delle Entrate non ha documenti scritti non può contestare l’evasione fiscale. L'ha stabilito la sentenza n. 7750/18 della Commissione Tributaria Regionale del Lazio...

Articoli Più Letti

Le News Immobiliari di M&B Consulting
Se si mette in vendita una casa acquistata in edilizia agevolata al prezzo di mercato, scatta l'affrancazione dal vincolo. Mentre solo il Comune con apposita delibera può concedere di convertire ...
Le News Immobiliari di M&B Consulting
La dichiarazione precompilata è già online sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Sarà editabile dal prossimo 2 maggio.  I compensi pagati a soggetti di intermediazione per l'acquisto di un immobi...

La nostra Mission

M&B Consulting nasce nel 2004 con l’obbiettivo di semplificare e velocizzare i processi di vendita immobiliare, in risposta alle ormai mutate esigenze di mercato.

Attraverso un team di professionisti altamente qualificati, un canale di news dedicato e una piattaforma online all’avanguardia eroga servizi di consulenza innovativi e personalizzati per la gestione di pratiche immobiliari, patrimoniali e societarie.

Seguici su