Le News di M&B Consulting

Tutte le Novità nel campo Immobiliare

Luce e gas: a ottobre 2018 prevista stangata sulle bollette

Per le famiglie italiane all’orizzonte potrebbe esserci un vero e proprio salasso con rincari di decine di Euro sui costi annuali delle bollette energetiche. 

aumentobollettegaseluce

Ottobre 2018 potrebbe essere ricordato come l’inizio di un trimestre davvero nero per i consumatori. Il motivo? Semplice, olte all'aumento su pane, pasta e caro scuola, sono attesi anche dei significativi incrementi nelle bollette di luce e gas.

I motivi? Essenzialmente sono due e vanno ricondotti, da una parte al fatto che quella appena passata è stata un'estate torrida che ha interessato tutta l’Europa, dall'altra alle scelte di calmieramento dei prezzi attuate in questo trimestre dall’ARERA (l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente).

Su chi peserà di più questa stangata sulle bollette? Purtroppo, a meno di ulteriori interventi da parte dell’Authority, i clienti del mercato tutelato e coloro che hanno scelto offerte del mercato libero a tariffa variabile potrebbero essere i più colpiti dagli aumenti d’autunno per l’energia.

Estate torrida e aumento prezzi: che nesso c'è? - Perché un’estate calda dovrebbe far aumentare il costo dell’energia elettrica? La risposta è davvero banale: dipende dall’uso dei condizionatori. Non solo quelli a uso domestico o degli uffici: anche quelli utilizzati a livello industriale, come ad esempio i sistemi di raffreddamento dei data-center globali.

E ovviamente a fronte di un aumento della domanda, ne consegue anche un aumento dei prezzi, soprattutto se questo si verifica in un momento di difficoltà produttiva, come è accaduto quest'anno quando, diversi impianti nucleari hanno dovuto sospendere la produzione di energia a causa della mancanza d’acqua di raffreddamento (sempre causata dal grande caldo). Il chè ha portato ad un incremento della produzione da parte di impianti alimentati a combustibili fossili, proprio quando il prezzo della materia prima (carbone) è ai massimi storici.

Gli oneri del sistemo e l'effetto scudo - C’è, poi, un elemento da tenere in conto per il trimestre che inizia con ottobre 2018: gli oneri di sistema. Nel trimestre in corso, infatti, l’ex Collegio di ARERA aveva deciso di ridurre gli oneri di sistema per controbilanciare un aumento consistente delle tariffe al kWh per la luce. Un effetto “scudo” che ha indubbiamente momentaneamente calmierato le bollette dell’energia, ma che ha solo posticipato le entrate da destinare alla copertura delle spese di sistema.

E il conto, prima o poi andrà pagato. Già nel prossimo trimestre? La decisione sta al nuovo Collegio ARERA, ma è verosimile che non si potrà rimandare ulteriormente.

Come evitare gli aumenti - Per combattere il possibile aumento dei prezzi dell’energia e, quindi, il conseguente incremento degli importi delle bollette di luce e gas, una delle migliori soluzioni è scegliere le migliori tariffe disponibili sul mercato libero. Le tariffe del mercato libero presentano, infatti, un prezzo bloccato dell’energia, generalmente per 12 mesi ma in alcuni casi anche per 24 mesi, che permette agli utenti di non essere colpiti da incrementi improvvisi dei costi dell’energia.

Per tutta la durata del contratto, come detto generalmente di durata annuale, il fornitore fatturerà i consumi registrati dall’utente con lo stesso prezzo dell’energia. Solo al termine del periodo di “prezzo bloccato”, il fornitore proporrà all’utente un nuovo prezzo, basato in questo caso sui nuovi equilibri di mercato. Sarà facoltà dell’utente scegliere se rinnovare il contratto o se passare ad una nuova tariffa del mercato libero più vantaggiosa.

E’ importante sottolineare, in ogni caso, che le offerte luce e gas del mercato libero sono disponibili senza costi di attivazione e senza costi di disattivazione. Il passaggio da un fornitore ad un altro avviene in modo automatico e, soprattutto, senza alcuna interruzione della fornitura energetica. In questo modo, l’utente non deve fare altro che scegliere la tariffa più vantaggiosa per sé, riducendo, senza sforzi particolari, gli importi delle bollette energetiche.

Vota:
Cessione di immobili a ridosso della cartella esat...
Donazione di denaro senza notaio: per la Cassazion...

Articoli Collegati

Area Utenti

Nuovi Articoli

«Non è ancora il momento di cedere a facili allarmismi». Parola di Ivano Cresto, Responsabile mutui di Facile.itAd avere più paura delle possibili conseguenze della «febbre» dei rendimenti dei titoli di Stato sono i residenti nel Sud e nelle Isole. I...
Denuncia affitto in nero senza prove: se l’Agenzia delle Entrate non ha documenti scritti non può contestare l’evasione fiscale. L'ha stabilito la sentenza n. 7750/18 della Commissione Tributaria Regionale del Lazio...

Articoli Più Letti

Le News Immobiliari di M&B Consulting
Se si mette in vendita una casa acquistata in edilizia agevolata al prezzo di mercato, scatta l'affrancazione dal vincolo. Mentre solo il Comune con apposita delibera può concedere di convertire ...
Le News Immobiliari di M&B Consulting
La dichiarazione precompilata è già online sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Sarà editabile dal prossimo 2 maggio.  I compensi pagati a soggetti di intermediazione per l'acquisto di un immobi...

La nostra Mission

M&B Consulting nasce nel 2004 con l’obbiettivo di semplificare e velocizzare i processi di vendita immobiliare, in risposta alle ormai mutate esigenze di mercato.

Attraverso un team di professionisti altamente qualificati, un canale di news dedicato e una piattaforma online all’avanguardia eroga servizi di consulenza innovativi e personalizzati per la gestione di pratiche immobiliari, patrimoniali e societarie.

Seguici su