Lo chiarisce una volta per tutte una sentenza del Consiglio di Stato. 

copertura terrazzoPiù elasticità per le strutture che non generano veri e propri volumi. È quanto stabilito dal Consiglio di Stato con sentenza 27 aprile 2016 n. 1619, intervenuto per fare chiarimento una volta per tutte sulla delicata questione.

Stando al principio generale (articolo 3, comma 1, lettera e.5, del Dpr 380/2001, Testo unico edilizia), le opere precarie non hanno necessità di alcun titolo e ad esse sono assimilati gli interventi di arredo (articolo 6, lettera e, del Dpr). La definizione di opera precaria è però affare complesso. Per qualificare una struttura come tale pare non sia sufficienti infatti verificare le caratteristiche dei materiali (spessore, resistenza) né le modalità di collegamento al suolo (perni, viti e bulloni, sistemi di ancoraggio). È necessario invece far riferimento alle esigenze che l’opera è diretta a soddisfare. Laddove cioè la struttura non sia pensata per un utilizzo continuativo, si può dedurre una precarietà e quindi la conseguente collocabilità senza titolo abilitativo. In caso contrario, no.

Da qui i “disguidi”. Come quello che ha trascinato in aula due cittadini romani e su cui si è stato chiamato ad esprimersi in aprile il Consiglio. Oggetto del contenzioso, una struttura di alluminio – costruita sul terrazzo di casa da una delle parti – atta ad ospitare una tenda retrattile in materiale plastico comandata elettricamente. Che rendeva dubbia la temporaneità della sua utilizzazione e aveva spinto l’altro inquilino a contestarne la liceità.

Ma la sentenza emessa dal Consiglio ha fugato tutti i dubbi sul caso. La struttura non comporta una "trasformazione edilizia e urbanistica del territorio” tale da rendere necessario uno specifico provvedimento. Né tantomeno può essere intesa come una ristrutturazione edilizia. Senza contare che l’opera principale non è la struttura in sé – di plastica o metallo, con parti mobile o fisse – bensì la tenda, quale elemento di protezione dal sole e agenti atmosferici, finalizzata ad una migliore fruizione dell’esterno dell’unità abitativa. E non in modo necessariamente continuativo.

Perciò via libera alle pergotende sul terrazzo di casa. E se il vicino dovesse trascinarvi in aula, non temete. Avete tutto dalla vostra parte. Ma badate bene, non sempre è così. Nel caso infatti in cui la struttura sia tamponata sui due lati liberi da lastre di vetro mobili “a pacchetto” e da un vetro fisso superiore (timpano), non dimenticatevi di richiedere l’autorizzazione. Altrimenti lì sì che sono guai.

 

FONTE: ilsole24ore.com 

ARTICOLI COLLEGATI

Maggio 25, 2017

Futuro del mattone: agente immobiliari ottimisti

Sondaggio di Bankitalia e Tecnoborsa: domande in aumento e più vendite chiuse. Mercato della casa in rimonta. Tempi di vendita ridotti a 7,1 mesi, ma è tornato appena positivo il saldo fra le agenzie che indicano un aumento delle giacenze di incarichi a vendere e…
Maggio 23, 2017

Confedilizia: «No» alla reintroduzione dell'Imu

Il presidente Spaziani duro contro le raccomandazioni UE: «la tassazione dovrebbe essere ridotta e non alzata per favorire la crescita» «Sarebbe bene che tra l'UE tra i suoi 33.000 dipendenti trovi un giovane laureato in grado di approfondire il tema dell’imposizione immobiliare e dei riflessi…
Maggio 23, 2017

Commissione Europea: l'Italia reintroduca l'IMU

Lunedì, a Bruxelles, la presentazione dei rapporti-paese. Niente sanzioni quest'anno per il nostro paese, ma richieste di intervento attivo Tassa prima casa, Npl, giustizia, contrattazione collettiva: le raccomandazioni spazieranno dalla politica di bilancio alla tassazione, dal mercato del lavoro al settore bancario
Maggio 18, 2017

Nuove tasse per gli agenti immobiliari: Fiaip non ci sta

Se nulla cambia, con la manovrina prevista dal D.L. 50/2017, i costi amministrativi per i professionisti che si occupano di locazione turistica supereranno i 90 milioni di euro Righi (Fiaip): «Ennesima tassa occulta a carico della categoria. L'impatto della manovra sarà devastante, in termini occupazionali…
Maggio 12, 2017

Cassazione: rivoluzione in materia di assegno di divorzio

Il mantenimento non è più dovuto se l'ex coniuge è autosufficiente e ha la «stabile disponibilità» di una casa. Il matrimonio cessa così di essere «sistemazione definitiva»: sposarsi, scrive la Corte, è un «atto di libertà e autoresponsabilità».
Maggio 12, 2017

100 immobili gratis agli under40 lungo le vie del cicloturismo

Il Demanio metterà a disposizione dei giovani alcuni siti abbandonati, da riconvertire in luoghi turistici e culturali in nome del «turismo lento». Nel mirino vecchie case cantoniere, locande, masserie, ostelli, ma anche piccole stazioni, caselli idraulici, ex edifici scolastici, torri, palazzi storici, monasteri e antichi…
Maggio 10, 2017

Locazioni brevi, quando la cura è peggiore del male

L'intervento del governo? «Apprezzabile», ma non basta. Parola di Santino Taverna, presidente FIMAA che si è espresso in merito al D.L. 50 del 24.4.2017. Non solo l'evasione fiscale, è importante contrastare anche il fenomeno dell'abusivismo, altrimenti è la fine dello Stato di diritto
Maggio 09, 2017

Agevolazioni prima casa, bonus salvo anche se salta il lavoro

L’ha stabilito l'Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 53/E del 27 aprile 2017, che chiede però al contribuente di trasferire in quel comune la residenza entro 18 mesi. Se non si mantiene l'impegno, il fisco recupera la maggiore imposta con gli interessi di mora e irroga una…

Dicono di noi

Facebook Page

L'Esperto Risponde

Buongiorno, In caso di donazione di usufrutto è necessaria la risoluzione di don...
circa 2 settimane fa 1 116
help
Started by Ospite
Buongiorno, un'agenzia immobiliare mi ha proposto l'acquisto di un appa...
circa 1 mese fa 1 316
Mutuo
Started by Ospite
Buongiorno, la banca vuole intestare gli assegni provenienti dal mutuo solo ed e...
circa 2 mesi fa 1 366