aste immobiliari620x315Le procedure esecutive immobiliari non potranno contare più di quattro aste. Lo prevede la riforma del processo civile, fresca di approvazione della commissione Giustizia della Camera, che fissa un numero massimo di tre tentativi di vendita forzata, più un quarto a offerta libera se dovesse andare deserto questo ulteriore esperimento. E, nel caso di mancata partecipazione al quarto e ultimo tentativo, il giudice è obbligato a chiudere il pignoramento e la casa tornerà al debitore.

Rispetto a prima, le novità sono evidenti. In precedenza, in più di un’occasione le aste andavano deserte e si innescava un circolo vizioso di prezzi al ribasso e sottostima del valore dell’immobile. Ora, invece, il prezzo libero alla quarta asta incoraggia gli offerenti e facilita la vendita dell’immobile. Questo fa il paio con il bonus fiscale previsto dal Governo (decreto legge 18/2016 “Riforma delle Banche di credito cooperativo”), vale a dire l’abolizione dell’imposta di registro: dal 9 per cento del valore dell’immobile si passa alla misura fissa di 200 euro, a condizione però che l’immobile comprato all’asta giudiziaria venga rivenduto entro due anni. Quindi, il tutto dovrebbe rendere più semplice la liquidazione del bene pignorato. Ma non solo. Adesso, chiudere il processo per il giudice è un obbligo e non più una semplice facoltà; così come è definito il numero massimo di aste, a differenza della vecchia legge che, al contrario, non lo indicava; infine, il nuovo testo non pone condizioni alla chiusura anticipata della procedura se non il numero massimo di quattro aste.

Ancora, la riforma, che rende obbligatoria la vendita degli immobili con modalità telematiche, stabilisce che si possa anticipare il momento in cui il debitore dovrà abbandonare la casa pignorata. Ma salva la prima casa di abitazione del debitore, che dovrebbe continuare ad abitarla anche durante l’esecuzione forzata. Maggiori sono poi, come si legge inoltre nel testo, le garanzie nei casi di espropriazione di beni immobili indivisi, come la previsione dell’espropriazione dei beni in comunione legale mediante pignoramento dell’intero e restituzione al coniuge non debitore della metà del controvalore del bene, al lordo delle spese di liquidazione. Prevista anche l’impignorabilità dei beni mobili di uso quotidiano di non rilevante valore di mercato rinvenuti nella casa di abitazione del debitore.

di Giuseppe Maviglia

 

ARTICOLI COLLEGATI

Maggio 25, 2017

Futuro del mattone: agente immobiliari ottimisti

Sondaggio di Bankitalia e Tecnoborsa: domande in aumento e più vendite chiuse. Mercato della casa in rimonta. Tempi di vendita ridotti a 7,1 mesi, ma è tornato appena positivo il saldo fra le agenzie che indicano un aumento delle giacenze di incarichi a vendere e…
Maggio 23, 2017

Confedilizia: «No» alla reintroduzione dell'Imu

Il presidente Spaziani duro contro le raccomandazioni UE: «la tassazione dovrebbe essere ridotta e non alzata per favorire la crescita» «Sarebbe bene che tra l'UE tra i suoi 33.000 dipendenti trovi un giovane laureato in grado di approfondire il tema dell’imposizione immobiliare e dei riflessi…
Maggio 23, 2017

Commissione Europea: l'Italia reintroduca l'IMU

Lunedì, a Bruxelles, la presentazione dei rapporti-paese. Niente sanzioni quest'anno per il nostro paese, ma richieste di intervento attivo Tassa prima casa, Npl, giustizia, contrattazione collettiva: le raccomandazioni spazieranno dalla politica di bilancio alla tassazione, dal mercato del lavoro al settore bancario
Maggio 18, 2017

Nuove tasse per gli agenti immobiliari: Fiaip non ci sta

Se nulla cambia, con la manovrina prevista dal D.L. 50/2017, i costi amministrativi per i professionisti che si occupano di locazione turistica supereranno i 90 milioni di euro Righi (Fiaip): «Ennesima tassa occulta a carico della categoria. L'impatto della manovra sarà devastante, in termini occupazionali…
Maggio 12, 2017

Cassazione: rivoluzione in materia di assegno di divorzio

Il mantenimento non è più dovuto se l'ex coniuge è autosufficiente e ha la «stabile disponibilità» di una casa. Il matrimonio cessa così di essere «sistemazione definitiva»: sposarsi, scrive la Corte, è un «atto di libertà e autoresponsabilità».
Maggio 12, 2017

100 immobili gratis agli under40 lungo le vie del cicloturismo

Il Demanio metterà a disposizione dei giovani alcuni siti abbandonati, da riconvertire in luoghi turistici e culturali in nome del «turismo lento». Nel mirino vecchie case cantoniere, locande, masserie, ostelli, ma anche piccole stazioni, caselli idraulici, ex edifici scolastici, torri, palazzi storici, monasteri e antichi…
Maggio 10, 2017

Locazioni brevi, quando la cura è peggiore del male

L'intervento del governo? «Apprezzabile», ma non basta. Parola di Santino Taverna, presidente FIMAA che si è espresso in merito al D.L. 50 del 24.4.2017. Non solo l'evasione fiscale, è importante contrastare anche il fenomeno dell'abusivismo, altrimenti è la fine dello Stato di diritto
Maggio 09, 2017

Agevolazioni prima casa, bonus salvo anche se salta il lavoro

L’ha stabilito l'Agenzia delle Entrate, con la risoluzione 53/E del 27 aprile 2017, che chiede però al contribuente di trasferire in quel comune la residenza entro 18 mesi. Se non si mantiene l'impegno, il fisco recupera la maggiore imposta con gli interessi di mora e irroga una…

Dicono di noi

Facebook Page

L'Esperto Risponde

Buongiorno, In caso di donazione di usufrutto è necessaria la risoluzione di don...
circa 2 settimane fa 1 116
help
Started by Ospite
Buongiorno, un'agenzia immobiliare mi ha proposto l'acquisto di un appa...
circa 1 mese fa 1 316
Mutuo
Started by Ospite
Buongiorno, la banca vuole intestare gli assegni provenienti dal mutuo solo ed e...
circa 2 mesi fa 1 366