bonifica amianto

BENEFICIARI

Tutte le imprese (no privati e no lavoratori autonomi) che solo nel 2016 hanno effettuato o intendono completare interventi di bonifica dall’amianto sui loro beni e strutture produttive possono usufruire di un credito di imposta da utilizzare in compensazione con altre imposte o eventuali debiti (non può essere chiesto a rimborso).

Sono invece escluse le imprese di produzione primaria di prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, e quelle che operano nei servizi di interesse economico generale, le cui agevolazioni sono disciplinate da altri regolamenti comunitari.

IL CREDITO DI IMPOSTA

Il credito d’Imposta è concesso solo per interventi di rimozione e smaltimento dell’amianto, non per il semplice incapsulamento o confinamento.
Le agevolazioni sono concesse nei limiti e nelle condizioni del regolamento europeo che prevede che il finanziamento pubblico alle imprese uniche non possa superare, nel triennio, 100mila euro per le imprese di trasporto merci per conto terzi, e 200mila euro per le altre.
Il bonus non è cumulabile con altre agevolazioni previste dalla normativa nazionale, regionale o comunitaria.

AMMONTARE DEL CREDITO DI IMPOSTA

E' riconosciuto un credito di imposta pari al 50% delle spese sostenute solo se la spesa complessiva per il progetto di bonifica deve essere compresa tra 20mila e 400mila Euro; interventi con un costo inferiore o superiore non sono ammessi all’agevolazione.
In caso di riconoscimento, il credito di imposta viene ripartito e utilizzato in tre quote annuali di pari importo.
Deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi e non concorre alla formazione del reddito imponibile.

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA

Occorre indicare il costo complessivo degli interventi, l’ammontare delle singole spese, l'ammontare del credito d'imposta richiesto. È inoltre necessario dichiarare che non si sta usufruendo di altre agevolazioni.
Vanno infine allegati il piano di lavoro del progetto di bonifica, la comunicazione di ultimazione dei lavori inviata alla Asl competente, l’attestazione delle spese sostenute.

CLICK DAY - 16 NOVEMBRE 2016

E stato fissato per il 16 novembre 2016 il click day: da quel momento sarà possibile inviare materialmente le domande, per ricevere risposta entro 90 giorni.
Quindi, per la metà di febbraio 2017 saranno concessi i primi crediti, da scontare con i successivi adempimenti fiscali.
I concomitanza con la chiusura del testo ufficiale avventa in data 17 ottobre, è andato online un portale (www.minambienteamianto.ancitel.it) chiamato proprio «Credito di imposta imprese per interventi di bonifica da amianto». A partire dal prossimo 27 ottobre 2016, le imprese avranno anche la possibilità di registrarsi al portale.
Sarà possibile presentare domanda entro il 31 marzo 2017 utilizzando la piattaforma web messa a disposizione dal Ministero dell'Ambiente.
Le richieste che dovessero risultare regolari saranno ammesse, in base all’ordine di arrivo, fino all’esaurimento dei 17 milioni di euro stanziati.

STEFANO CANNONI

Studio CM Associati
Dottori Commercialisti Revisori Legali

Sede di  Merate (LC): Viale Verdi  59
Tel. +39-039-59.69.610- fax +39-031.27.48.058

Sede di Como (CO): Via Giovane Italia n. 9
Tel. +39-031-52.33.44- fax +39-031-27.48.058

Dicono di Noi

Facebook Page

L'Esperto Risponde

nell'accordo relativo alla vendita dell'appartamento è stato concordato che il p...
circa 2 mesi fa 1 219
Buogiorno, vorrei dei chiarimenti in merito alla plusvalenza immobiliare....
circa 2 mesi fa 1 232
Buonasera, ho fatto una proposta di acquisto prima casa accettata dal venditore ...
circa 2 mesi fa 1 229
×
Seguici su Facebook